Le virtù della tassa sul sacco

Sono un'ambientalista convinta e per questo motivo sono favorevole all'introduzione della tassa cantonale sul sacco. Un cambiamento che permetterà al Ticino di rispettare il diritto federale, che chiede che venga applicato il principio di causalità (chi inquina paga).

Per me la tassa sul sacco non è una novità e rappresenta il metodo migliore per raccogliere e smaltire i rifiuti, con grandi vantaggi per l'ambiente e per il borsellino.

A Chiasso, questo sistema è stato introdotto all'inizio degli anni '90, ed ha subito portato grandi vantaggi; infatti la quantità di rifiuti solidi urbani è diminuita e c'è stato un aumento della raccolta differenziata. Le statistiche, visibili alla fine del calendario ecologico, confermano questo trend.

Quando il sacco lo si paga, si riflette un po' di più a proposito di cosa conviene o meno buttarci dentro e così si fanno gli acquisti in maniera più consapevole, cercando di ridurre gli imballaggi o preferendo prodotti con imballaggi riciclabili. Virtuosismi che porteranno vantaggi economici e ambientali non indifferenti e che ci permetteranno di aumentare la raccolta separata e ridurre del 15% i rifiuti solidi urbani da smaltire presso il termovalorizzatore di Giubiasco.

Articolo pubblicato su "La Regione" il 18 maggio 2017